Google 2016 cambiamenti in tempo reale

Cosa sta cambiando nel modo in cui avviene il posizionamento e la visibilità sul motore di ricerca di Google?

Tramite sofisticati algoritmi, che identificano la miglior risposta possibile per le ricerche delle persone nel web, Google è diventato il motore di ricerca n°1 in Italia.

google-update

Ad ogni aggiornamento degli algoritmi che elaborano i dati raccolti dai bot di Google, si verifica sempre più spesso un cambiamento (a volte anche molto sensibile) nel posizionare i siti Web in base alle parole chiave cercate dalle persone.

Un sito Web, che era in prima pagina per le ricerche di una certa parola chiave X, può essere declassato anche di molte posizioni perché, secondo i nuovi parametri usati da Google, risulta non essere più il migliore nel dare risposta a quella specifica domanda. Altri siti, che fino a quel momento erano in posizioni inferiori, grazie ad una nuova valutazione data da Google vengono spinti in alto per la stessa parola chiave ricercata.

Durante questi cambiamenti periodici chi realizza siti Web in modo professionale cerca di capire come funzionano gli algoritmi di Google per posizionare il proprio sito web e quelli dei suoi clienti più in alto di quelli realizzati dalla concorrenza. La cosa però risulta ardua perché Google rilascia questi aggiornamenti quasi sempre senza informazioni inerenti le date di rilascio o spiegazioni sulle loro funzioni. Le uniche informazioni ufficiali riguardano alcune linee guida da seguire per non incorrere nelle penalizzazioni inflitte da Google nel caso le azioni dei Web master violino in modo palese i dettami di Google. Ad esempio alterare artificiosamente i risultati delle ricerche, cercando di ingannare il motore di ricerca, è una di quelle pratiche che violano le regole.

Quest’ultimo è un punto fondamentale perché, chi cerca di fregare Google con pratiche ritenute scorrette, rischia di essere fortemente penalizzato e di vedere il proprio sito Internet perdere le posizioni acquisite fino a quel momento. Nei casi più gravi Google cancella il sito internet dal motore di ricerca rendendolo introvabile a chiunque con gravi ripercussioni su vendite e contatti.

Tra gli aggiornamenti più importanti che possono penalizzare i siti Web ci sono:

  • Penguin: Pinguino è un filtro che ha come obiettivo la ricerca dello spam usato in alcuni siti Web che violano di fatto le regole di Google.
  • Panda: Panda è un filtro che serve a rilevare il contenuto duplicato, penalizzando i siti Web che copiano i testi di altri siti Web pubblicandone il contenuto nei propri.
  • Quality Update (Phantom 2): Aggiornamento di qualità (fantasma 2) è un filtro che rileva la qualità e la rilevanza di cosa viene scritto per un determinato argomento premiando i siti Web che rispettano queste condizioni.

Cosa cambia dal settembre 2016

Alcuni di questi algoritmi, che in passato operavano in modo non continuativo, sono passati ad operare in tempo reale. Questo causa delle notevoli oscillazioni di posizionamento per le parole chiave ottimizzate e non dei siti Web e comporta anche penalizzazioni rilevate e subito punite da Google. In generale chi si è sempre attenuto alle linee guida dichiarate da Google, chi ha pubblicato articoli di qualità e inerenti alla propria attività rappresentata dal sito Web ed, in genere, non ha cercato di ingannare gli algoritmi del motore di ricerca non ha niente da temere, il sito in questione beneficerà di tutto questo superando nel tempo molti siti Web concorrenti nelle comuni parole chiave ricercate.